10 motivi per preferire l’aereo al treno

preferire l'areo al treno
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Devo dire che, dopo aver superato la mia paura e le conseguenti disavventure in metropolitana, ho cominciato ad apprezzare di più i mezzi “a vagoni”, uno fra tutti il treno.

Nel mio viaggio da sola a Parigi, mi sono costretta a prendere la metro, anche se, inizialmente, il mio progetto era quella di girarla interamente a piedi, l’unico problema è che avevo solo 3 giorni a disposizione e mi sono dovuta adattare.

preferire l'aereo al trenoIo sono un’amante dell’aereo, ho pure lavorato 5 anni a stretto contatto con questi mezzi di trasporto volanti, da cui sono nati tutti gli articoli della categoria “tutto sull’aeroporto” di questo blog e, problemi con i passeggeri a parte, non ci si può stupire che lo preferisca al treno.

Treno vs aereo, io vi dico: tutta la vita l’aereo e non come il mio amico Enrico che si è messo ad elencare i 10 motivi per preferire il treno all’aereo. Beh, sapete cosa vi dico? Ecco i miei 10 motivi per preferire l’aereo al treno!

1. L’AEREO E’ PIU’ VELOCE

Non raccontiamoci la storia dell’orso, se dovessimo andare ad Amsterdam un weekend nessuno di noi penserebbe di prendere un treno per andarci! I tempi di attesa in aeroporto sono indubbiamente più lunghi che in stazione, ma questo ragionamento lo si può fare quando si devono raggiungere delle località vicine, come un Venezia-Roma, ma per un Venezia-Londra, il discorso non regge: preferisco aspettare 30 minuti in aeroporto che farmi 800 ore di treno.

2. IL TRENO E’ SEMPRE E COSTANTEMENTE IN RITARDO

Altra motivazione non da poco per preferire l’aereo al treno: i ritardi! Sono rare le volte in cui un treno arrivi puntuale, l’aereo (ok, dipende dalla compagnia aerea), ma il più delle volte è in orario. Per dirla alla Palmiro Cangini: “Fatti, non pugnette”.

3. IN TRENO SI STA COSTIPATI

preferire l'aereo al trenoSe il vostro biglietto riporta un numero di posto a sedere, allora si può stare tranquilli, se non c’è, allora è il caso di iniziare a preoccuparsi e a prendere già appuntamento con il proprio medico di base per le contusioni riportate successivamente al viaggio in treno, per via dei colpi presi dalle borse altrui. In aereo ogni bagaglio è messo al suo posto, nel suo scomparto, e se non ci sta, dritto in stiva, e non in luoghi improbabili, come tra gli schienali di due sedili, con il rischio che alla prima curva attraversino il corridoio tranciandovi un piede (o faccia uscire una poltrona imballata vero Enrico?)

4. E DOVE LA METTIAMO LA PULIZIA DEI BAGNI?

Neanche all’interno della compagnia più low cost del pianeta si troveranno mai dei bagni come quelli che ci sono nei treni, che per entrare c’è bisogno di una tuta anti radiazioni se non volete uscire da lì con qualche strana malattia. Se, poi, trovate la carta igienica vuol dire che è veramente il vostro giorno fortunato… giocatelo al lotto!

5. SPESSO COSTA MENO L’AEREO DEL TRENO

Fateci caso, spesso i biglietti aerei costano meno di quelli del treno, quindi oltre a metterci più tempo (ad esclusione di tratte corte come quella citata prima) si paga anche di più… ma allora dov’è il vantaggio?

6.UNA QUESTIONE DI SICUREZZA

Parliamo di cose serie: la sicurezza in aeroporto e in stazione. Vero gli attentati avvengono in entrambi i posti, ma in aeroporto è decisamente più difficile assistere ad un borseggio, alle richieste insistenti di mendicanti e alla perdita delle proprie valigie.

L’aeroporto è un luogo tenuto sempre sotto sorveglianza, proprio per la delicatezza delle operazioni e del trasporto stesso. Ho ragione o no?

7. L’ATTESA IN AEROPORTO AIUTA RIPRENDERE IN MANO UN LIBRO

preferire l'areo al trenoSe il treno ha generato della bellissima letteratura, l’aeroporto è sicuramente un luogo più ospitale di una stazione per leggere un libro finché si aspetta di sentire l’annuncio per l’imbarco del proprio volo. In stazione ci sono 5 panchine in tutto e praticamente sempre piene, sul pavimento è sempre impensabile sedersi, l’unica alternativa è rimanere in piedi, cosa che scoraggia la lettura, senza parlare degli odori che aleggiano lì attorno, mentre si aspetta il treno.

PER APPROFONDIRE: Come ingannare il tempo in aeroporto

8. NESSUNO VI SVEGLIA PER CONTROLLARVI IL BIGLIETTO

Le code al check-in, ma le fate solo se avete la valigia da spedire oppure non avete fatto il check-in online, e la coda al gate prevengono quei controlli che in treno avvengono una volta in viaggio.

Siete saliti, vi siete sistemati, avete fatto a tempo a leggere una decina di pagine di giornale e poi siete finalmente crollati in un sonno che (si spera) vi accompagnerà fino a destinazione… e invece no! Il controllore sembra farlo apposta, si nasconde in attesa che gli occhi si chiudano e che la posizione sia ormai diventata accettabile, per venirvi a svegliare e chiedervi “Biglietto, prego”

In aereo questo non succede, nessuno ti disturba.

9. L’AEREO E’ IL MEZZO PIU’ SICURO

Vogliamo fare il conto degli incidenti aerei e quelli ferroviari? Beh è indubbio che l’aereo sia il mezzo più sicuro in assoluto.

10. LA DESTINAZIONE E’ BEN CHIARA FIN DA SUBITO

Prendendo l’aereo da Venezia a Valencia, so benissimo che non ci sara nessuna possibilità che scenda alla fermata sbagliata. Salgo a Venezia, scendo a Valencia, facile.

Con il treno se salgo a Venezia e devo andare a Rovigo, in mezzo passano un miliardo di piccole stazioni, che non fanno che aumentare il senso di ansia, oltretutto non è nemmeno detto che Rovigo sia l’ultima fermata!

Vorrei proprio vedere se vi capita di sbagliare stazione, scendere ad una fermata prima o dopo e trovarvi in una di quelle stazioni in ospitali, piccole e immerse nella nebbia della pianura padana, dove i topi sono gli unici segni tangibili dell’esistenza di qualche essere vivente!

Allora, stiamo ancora a discutere se preferire l’aereo al treno?

Liz

Liz

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno.
Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.
Liz

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *