buoni propositi
Riflessioni

5 Buoni propositi per l’anno nuovo

buoni propositiQuest’anno mi sono data due regole: pensare a buoni propositi per l’anno nuovo che siano fattibili e non pensarne troppi, ero partita con l’idea di scriverne dieci, ma poi cinque mi è parso un numero consono e non impossibile. Quando si arriva verso la fine dell’anno, si tende sempre a guardarsi indietro e fare un po’ il bilancio della situazione, una sorta di “ce l’ho, ce l’ho, mi manca” che facevamo con le figurine dei calciatori alle elementari. 

Il 2014 per me è stato un anno veramente pieno di emozioni e di cambiamenti, ho fatto per la prima volta couchsurfing, sono partita da sola per la prima volta, ho mollato il lavoro in aeroporto per inseguire un sogno, ho visto le terre dell’Oman e il deserto di Dubai, ho cominciato a lavorare come freelancer, ho fatto kayak a Venezia, sono andata in ritiro a San Francesco del Deserto, ho dato un volto agli amici blogger, mi sono finalmente presa questa laurea specialistica tanto agognata con una tesi sui blog di viaggio… insomma, mi son data il mio bel da fare e non vedo perchè non dovrei andarne fiera.

Il 2015 si presenta a me ricco di programmi e aspettative, un po’ per incentivarmi, un po’ perchè ho una memoria che fa acqua da tutte le parti, ho deciso di scrivere qui i miei 5 propositi per l’anno nuovo.

1. LAVORARE MENO E VIVERE DI PIÙ

Quest’anno mi sono fatta un culo così, ne è valsa sicuramente la pena, ma non per questo voglio rinunciare a vivere. I soldi non fanno la felicità, anche se aiutano notevolmente al suo raggiungimento. Lavorare per vivere e non vivere per lavorare, questo è il motto che voglio che mi accompagni per questo anno. I soldi non ce li portiamo in tomba, tanto vale spenderli per vivere momenti che ci porteremo dentro di noi fino alla fine dei nostri giorni, Alzheimer permettendo.

A questo proposito vi consiglio un articolo di Francesco, sul concetto di lavorare meno e meglio.

2. INIZIARE A MEDITARE REGOLARMENTE

Se fino ad oggi l’ho fatto abbastanza in modo saltuario, senza costanza e solo nei momenti in cui avevo realmente bisogno di ritagliare un po’ di tempo per la pace dei miei sensi e del mio cervello, dal prossimo anno vorrei che diventasse una sana e regolare abitudine. Per chi volesse seguirmi in questo vi suggerisco di leggere larticolo di EfficaceMente che spiega come iniziare, in base alla sua esperienza.

3. BE MORE CONFIDENTbuoni propositi anno nuovo

Sono una persona che si mette molto in discussione, lo avrete sicuramente notato dalle numerose pippe mentali che raccolgo nella sezione Riflessioni di questo blog, dal prossimo anno vorrei iniziare a credere un pochino di più in me stessa… diciamo che un pochettino me lo devo, anche in vista di come ho passato questo 2014.

4. CONTINUARE A VIAGGIARE

Non credo di potermi dare come obiettivo #unviaggioalmese come Marika, ma sicuramente l’idea di muovermi c’è. Intanto ho già in mente un progettino per il nuovo anno, ma, perdonate il mio scetticismo, lo rivelerò solamente quando le cose cominceranno a concretizzarsi, per il momento diciamo che c’è un’idea. Se poi riuscissi ad andare in America Latina il prossimo anno, beh… abbiamo detto niente!

5. RIUSCIRE AD ORGANIZZARE MEGLIO IL MIO TEMPO

Oltre ad essere una casinara da premio nobel, sono anche molto distratta. Non è cattiveria, la mia mente è una vulcano di idee, anche molto stupide alle volte, e spesso mi vengono nei momenti più improbabili: quando ormai sono sotto le coperte, quando sto scrivendo un pezzo per lavoro, quando sto mangiando e così via. Per non parlare del mio essere disordinata, quest’anno sono riuscita a perdere il mio passaporto per ben due volte a pochi giorni dalla mia partenza per Dubai. Se non voglio rischiare di morire d’infarto, NON DEVE SUCCEDERE MAI PIù!

Lo stesso vale per il lavoro, devo smetterla di aspettare che l’orologio suoni la mezzanotte per mettermi a scrivere, e togliere così ore al sonno.

E voi, ne avete di buoni propositi?

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.