Come organizzare un viaggio low cost: consigli pratici

come organizzare un viaggio low cost
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Se una delle domande più frequenti del web riguarda il come sia possibile viaggiare spesso e spendendo poco, il passo successivo è probabilmente quello di sapere come organizzare un viaggio low cost, d’altronde, chi non vorrebbe saperlo ad eccezione di chi soldi ne ha da buttare? Beh, io nelle serre ancora non sono riuscita a trovare una sola pianta, e dico una, sulla quale crescessero pezzi da 100 euro e dunque mi son dovuta ingegnare.

Non ci sono delle regole fisse per organizzare un viaggio low cost, ma diciamo che queste potrebbero davvero darvi una mano!

come organizzare un viaggio low cost

1. PRENDERE IL BIGLIETTO CON LARGO ANTICIPO

Che andiate in treno o in aereo poco cambia, i biglietti last minute non esistono più, per cui prendersi all’ultimo vuol dire solamente una cosa: pagare di più e non è di certo nostra intenzione.

Per chi non ha problemi di ferie il mio consiglio è quello di viaggiare in bassa stagione, escludendo quindi i mesi di luglio, agosto, dicembre e festività varie, questi periodi sono i più gettonati e va da sé che il costo del biglietto tocchi soglie che hanno dell’incredibile, ma è la legge del mercato.

Per chi ha le ferie obbligate l’unica è giocare d’anticipo, quando ancora nessuno pensa alle vacanze, insomma, se proprio dovete partire ad agosto, cercate di decidere per marzo dove andare e per quanto, sicuramente vi aiuterà a risparmiare due lire. Chi primo arriva, meglio alloggia, fatevene una ragione.

Per trovare voli economici, potete anche iscrivervi alle newsletter delle compagnie aree che più utilizzate, oppure continuare a seguire questo blog e i miei consigli di viaggio.

POTREBBE INTERESSARVI ANCHE: Come viaggiare spesso e low cost nel weekend

2. PASSARE LE ORE ONLINE

Non è un invito a diventare dipendenti da internet, ma, guardiamoci negli occhi per un secondo, ormai si prenota tutto online, persino le scarpe, per cui la chiave del risparmio è tutta lì.

Internet, però, è spesso uno specchietto per le allodole se non lo si sa navigare bene, per cui ecco un paio di siti che io personalmente uso e/o consulto:

Skyscanner: ve ne ho parlato in lungo e in largo, tessendone le sue lodi. Questo sito confronta tutte le possibili combinazioni di voli in archi di tempo anche abbastanza ampi (si va quasi a coprire un anno intero) e si ha la possibilità di fare la ricerca per mese, per settimana e per giorni specifici.

Piratinviaggio: lo consulto moltissimo, ma ancora non ho avuto l’occasione di provarlo. L’ho scoperto grazie a Giulia Raciti, viaggiatrice dallo zaino in spalla (che ora ha finalmente realizzato un progetto a cui lavorava da tanto sul suo sito Viaggiare low cost) e del suo giudizio mi fido molto. Il sito riporta offerte di volo o intere pacchetti di viaggio ovunque nel mondo.

Groupon: c’è chi si fida e non si fida, io personalmente ho avuto esperienza contrastanti, certo è che se si vuole risparmiare nell’organizzare un viaggio low cost senza troppe pretese, non mi sento di escluderlo.

Blablacar: se l’intenzione non è quella di andare in via in treno o in aereo, ecco una soluzione da prendere in considerazione, il portale dei passaggi in auto! Una cosa però, difficile trovare passaggi con largo anticipo, ma comunque sempre valido.

Megabus: ancora non l’ho provato, anche perchè in Italia è arrivato da pochissimo, però si sta facendo una grossa pubblicità per i suoi biglietti a 1, 50 euro!

Easycar: questo per il noleggio auto, utilizzato per organizzare il viaggio on the road che ho in programma per settembre 2015 in Spagna, ne ho confrontati diversi e questo l’ho trovato il migliore per quanto riguarda qualità-prezzo.

3. SOLUZIONI ALTERNATIVE PER PRENOTARE L’ALLOGGIO

Per organizzare un viaggio low cost di certo non si può saltare la prenotazione dell’alloggio. A me gli ostelli piacciono (i siti più famosi per prenotarli sono HostelsClub, HostelCentral, Hostelbookers e Hostelworld ), ma non sono l’unica soluzione.

Couchsurfing: Anche di questo ve ne ho parlato già in passato e vi rimando all’articolo nel quale spiego che cos’è il couchsurfing e perchè è un metodo per poter viaggiare low cost, ma non solo.

PER APPROFONDIRE: La mia prima esperienza di couchsurfing

Airbnb: Lo consigliano tutti e non potrei non farlo anche io dopo averlo provato. Questo è un portale dove ogni privato può mettere a disposizione un camera o un appartamento online, i prezzi sono solitamente molto bassi e, inoltre, si ha la possibilità di conoscere la gente del posto, il che non è poca cosa!

Homeliday e Homeaway: molto simili tra di loro questi due portali offrono liste di appartamenti tra i quali scegliere praticamente in tutto il mondo, niente camere private. Quando sono stata a Madeira, per esempio, ho trovato l’appartamento in affitto tramite Homeliday.

 4. ALTRI CONSIGLI UTILI

organizzare un viaggio low costSe queste sono un paio di dritte per sapere come organizzare un viaggio low cost, una volta in loco potete seguire questi pochi consigli:

  1. Cercate di utilizzare i mezzi pubblici e quando è possibile, camminate, io adoro creare itinerari a piedi scoprendo luoghi anche poco visitati, provateci e magari condivideteli con me usando l’hashtag #iocammino.
  2. Se pianificate di stare in giro tutto il giorno, preparatevi dei panini, andate al supermercato, frequentate i mercati tradizionali della città, deliziatevi con del cibo da strada e lasciate perdere i ristoranti almeno a pranzo.
  3. Parlate con le persone del posto e fatevi consigliare. Parlate, parlate e ancora parlate, conoscerete così la cultura del luogo e i luoghi lontani dai flussi turistici, dove la gente vive per davvero e dove i prezzi non sono fatti apposta per spennare il turista!

Liz

Liz

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno.
Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.
Liz

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *