corridoio o finestrino
Compagnie aeree,  Consigli di viaggio,  Informazioni per chi viaggia,  Tutto sull'aeroporto

Corridoio o finestrino?

corridoio o finestrinoDiciamocelo, il posto nel mezzo fa schifo a tutti. Nessuno lo vuole, nessuno lo chiede e quando capita son bestemmie. Quando la domanda “Corridoio o Finestrino?” non ti viene fatta dall’addetta check-in significa solo due  cose: ci sono solo posti in mezzo oppure è talmente pieno che non c’è il tempo per chiederlo a tutti. E non ha importanza se arrivi in aeroporto con 4 ore di anticipo, se tutti hanno fatto il check-in online e tu no, non hai scampo, ti becchi il posto in mezzo.

Durante gli anni in aeroporto un po’ i passeggeri me li son studiati, e potrei provare a fare l’identikit del passeggero che sceglie il corridoio e di quello che sceglie il finestrino.

IL PASSEGGERO DA CORRIDOIO

Dunque, il passeggero da corridoio è solitamente una persona che viaggia per affari. Passeggero che viaggia spesso, che considera l’aereo alla stregua dell’autobus, per cui non gliene frega niente di guardare fuori dal finestrino, la “strada” l’ha vista ormai un sacco di volte.

Il passeggero da corridoio solitamente è alto, le gambe non ci stanno tra un sedile e l’altro e sceglie il corridoio per poterle distendere di lato quando le hostess non passano con i loro carrellini.

Il passeggero da corridoio è quello che ha fretta di scendere e non ha nessuna voglia di starsene incolonnato per aspettare che tutti escano dalla fila per uscire. Sostanzialmente è quello che scatta in piedi per primo appena l’aereo ha toccato terra.

Il passeggero da corridoio ha la vescica piccola (e qui si tratta del mio caso), il posto è indubbiamente strategico soprattutto per i voli di lungo raggio in cui non deve continuamente rompere le palle al vicino per passare e andare in bagno.

IL PASSEGGERO DA FINESTRINO

Li vedi subito i passeggeri da finestrino, sono quelli pieni di borse, che viaggiano per andare in vacanza e che prendono l’aereo una volta ogni morte del papa. Spesso hanno bambini, strillanti per lo più.

Il passeggero da finestrino è quello che viaggia per la prima volta e che “vuole vedere fuori”, come dargli torto, il paesaggio di alta quota è veramente qualcosa da non perdere, soprattutto la prima volta.

Il passeggero da finestrino è quello che in aereo dorme, e dal momento che dal lato corridoio non ci si può appoggiare se non al compagno di viaggio, allora si fa la scelta di comodo preferendo la parete.

Il passeggero da finestrino è francese, non ho mai capito perché, ma sono fissati con l’oblò. Il difficile era spiegargli che di “oblò” ce n’è un numero limitato e non tutti possono averlo.

Voi che tipo siete? Corridoio o finestrino?

 

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.