Informazioni per chi viaggia

La marca da bollo sul passaporto si o no?

Cari lettori, 
questa sera vorrei dedicare il mio post ad una domanda che affligge molti viaggiatori che scelgono come meta gli Stati Uniti:

Ma la marca da bollo…ci va o non ci va sul passaporto??

Dunque, l’applicazione della marca da bollo sul passaporto è una tassa governativa che viene richiesta al viaggiatore Italiano quando si reca nei Paesi così detti “Extracomunitari”, e gli Stati Uniti, di fatto, lo sono.

–>
Essendo una legge Italiana, noi siamo gli unici a dover pagare ben 40,29 euro in più rispetto al, magari già caro, biglietto aereo.

Quando il passaporto viene rilasciato dalla questura, tra le prime pagine vuote, presenta già la sua prima marca da bollo, la quale però, facendo riferimento alla data di emissione del passaporto, scadrà dopo 365 giorni. Tutte le successive marche da bollo che verranno applicate, invece, dovranno essere annullate al momento dell’espatrio, dalla Polizia di Frontiera, tramite un timbro. 

E se non ricevo nessun timbro? A rigor di logica la marca da bollo risulta ancora valida, e quindi riutilizzabile per il prossimo viaggio, infine il vostro dovere lo avete fatto, al massimo è la negligenza dell’ufficiale di frontiera che vi farà risparmiare 40,29 euro la prossima volta!
Se invece non la applicate sul passaporto, non pregiudicate la vostra partenza, ma verrete sanzionati per una somma pari a 270,155 euro! 

Un trucchetto per non dover pagare questa tassa governativa di fatto c’è…
Essendo una tassa istituita dal governo Italiano vale solo quando si raggiunge il paese Extracomunitario che si vuole visitare, con un volo diretto dall’Italia (es. Venezia – New York), questo significa che se, per raggiungere gli Stati Uniti o qualsiasi altro paese non facente parte della Comunità Europea, il nostro itinerario prevede uno scalo intermedio fuori dal territorio Italiano, la marca da bollo non è necessario comprarla, e si è liberi da ogni sanzione!

Liz

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.