Italia

Una giornata a Gardaland

Ritornare bambini è un po’ il sogno di tutti, ed ogni tanto è bello poter tornare a vivere una giornata all’insegna del divertimento senza troppi pensieri per la testa.

Domanica avevo organizzato un’uscita fuori porta, e dato che erano mesi che custodivo nel cassetto due biglietti scontati per Gardaland, perchè non andarci?
Con una macchina ed un paio di amici ci siamo messi alla guida per raggiungere Peschiera del Garda. Senza ombra di dubbio, una volta che la meta cominciava ad avvicinarsi, siamo incappati in una coda chilometrica un po’ per lavori in corso in autostrada, un po’ perchè l’affluenza a Gardaland è sempre alta, in qualsiasi periodo dell’anno.
La giornata era iniziata con una leggera nebbiolina, ma muovendoci verso l’entroterra il sole ha fatto capolino tra le nuvole, regalandoci una giornata limpida e sui 20 gradi.
Entriamo lasciando le nostre borse con il pranzo nell’area picnic, e ci addentriamo nel parco divertimenti.
Da piccola ci venivo spesso con i miei genitori, si organizzavano le gite con i compagni di scuola e si passava una giornata diversa… tornarci all’età di 25 anni è comunque sempre bellissimo.
Avevamo scelto il mese di Ottobre pensando che l’affluenza rispetto all’estate fosse minore, ma ci sbagliavamo! La prima giostra scelta è stata Raptor, l’attrazione è relativamente nuova, è stata infatti inaugurata nel 2011, e ha portato il parco divertimenti di Gardaland al secondo posto in Europa per quantità di capovolgimenti a testa in giù. I minuti di coda stimati erano 45, per fortuna che ad ogni giro la struttura riesce a portare fino a 28 passeggeri. Di aspettare ne valeva la pena, il cuore ti arriva in gola già durante la prima discesa!
Successivamente, oscillandro tra i 20 minuti di coda e i 40 minuti, siamo riusciti a fare: Atlantide, Blu Tornado, I Corsari, l’era Glaciale in 4D e Mammut.
Gardaland è un modo per passare la giornata in modo diverso, ma munitevi di pazienza perchè metà della giornata la passerete in coda.
Non avete tempo e voglia di aspettare? Gardaland offre un servizio “express” al costo di 10, 15 euro che permette di saltare le code in alcune attrazioni ma per un limitato numero di volte.
Il prezzo del biglietto è aumentato notevolmente nel giro degli ultimi anni, arrivando nel 2012 a 37 euro per adulto e 31 euro per il ridotto, il biglietto è gratuito per i bambini sotto il metro e per le persone disabili o no autosufficienti. Durante l’estate è possibile entrare nel tardo pomeriggio (attorno alle 18.00) e pagare solamente 16 euro, per rimanere fino all’orario di chiusura del parco alle ore 23.00.

–>
Negli ultimi anni all’interno del Parco sono state inserite numerosi stand dove si può partecipare ai classici giochi da Luna Park, dove i premi più ambiti sono i peluches a grandezza naturale. Inoltre, si possono gustare dolcissime mele caramellate e ottimo zucchero filato.
Se andate con dei bambini piccoli esiste una zona solo per loro, chiamata Fantasy Kingdom (Regno della fantasia), dove i genitori possono stare tranquilli e non far correre nessun rischio ai loro figli.
Per coloro che non amano le giostre adrenaliniche esiste un itinerario più soft, di cui fanno parte l’attrazione dedicata agli antici faraoni egiziani e la grande piattaforma panoramica da cui si può ammirare il meraviglioso lago di Garda.
Se non riuscite a preparavi il pranzo al sacco, non c’è da preoccuparsi, Gardaland offre moltissime alternative per il vostro pasto, dalla pizza, al kebab, alla piadina nel vecchio West. Non garantisco sull’economicità dei piatti, ma sul sito del Parco trovate numero offerte.

Buon divertimento!

Liz

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.