Come ottimizzare lo spazio in valigia

ottimizzare lo spazio in valigia
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ottimizzare lo spazio in valigiaMentre preparavo lo zaino per Berlino mi è venuta l’idea per questo post. Mia mamma è una fanatica dell’ordine, ma devo darle atto di una cosa: sa come ottimizzare lo spazio in valigia. La parola chiave è sacchetti. Sì, sì avete capito tutto, sacchetti di plastica di diverse dimensioni ma fidatevi che sono veramente pratici, la scocciatura è più che altro fare la valigia.

Anni fa me ne lamentavo, non ne capivo l’utilità e quindi posso capire il pensiero che ora vi sfiora la mente, della serie “questa è pazza”, ma negli anni mi son dovuta ricredere. Mia mamma aveva ragione.

PRATICITÀ

Dividere il vestiario in sacchetti riduce le tempistiche di ricerca e il disordine che ne consegue. Al posto di svuotare completamente la valigia per trovare quel paio di calzini con gli orsetti che volevate assolutamente mettere per uscire, basta prendere il sacchetto dedicato all’intimo e in due minuti i calzetti saranno in mano vostra, senza aver messo a soqquadro il resto della valigia.

A PROVA DI CERNIERA

Quante volte capita che la valigia non si chiuda perché si è buttato tutto dentro alla rinfusa? Il sacchetti comprimono i vestiti e aiutano ad ottimizzare lo spazio in valigia. Sembra di giocare a tetris, tutto ad incastro, ma fidatevi è veramente efficace, a prova di cerniera. La valigia si chiude SEMPRE!

IGIENE

Usare i sacchetti agevola anche nell’igiene, si divide la roba sporca dalla semi sporca e dalla pulita (se ce n’è), così una volta arrivati a casa non si deve lavare tutto perché alla fine in valigia tutto fa brodo, ma solamente le cose usate. Risparmio di tempo e di energie.

ORDINE 

Soprattutto per i viaggi brevi o in quelli dai frequenti spostamenti, il sacchetto sfodera la sua dote migliore: tenere la valigia in ordine. Se sto via per poco tempo, la valigia non la svuoto, tiro fuori mano a mano quello che mi serve ma di certo non vado a riempire gli scaffali degli armadi dell’hotel/ostello/appartamento, lo stesso vale per i viaggi a tappe, se dovessi svuotare e rifare la valigia ogni volta spenderei più tempo così che a visitare il luogo.

Avendo però i vestiti rinchiusi, predo e sposto solo i sacchetti e non pile di indumenti che rischiano di spiegazzarsi e di acquistare volume ad ogni spostamento, ciò ha un grosso vantaggio: l’ordine. La valigia diventa un gioco ad incastri, estremamente efficace e che risparmia una serie di bestemmie per il disordine che inevitabilmente si crea e che, ovviamente, non fa poi chiudere la cerniera.

…VERDETTO

Non vorrei azzardare troppo dicendo che vi ho quasi convinti… o forse vi ho solo dato conferma della mia insanità mentale. Ad ogni modo, sono aperta a qualsiasi suggerimento alternativo, a mia difesa posso dire che con questo metodo ho viaggiato un mese e mezzo con un solo bagaglio a mano riuscendo ad ottimizzare lo spazio in valigia perfettamente.

Liz

Liz

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno.
Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.
Liz

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *