In Australia con il WHV

Come cercare lavoro in Australia

State progettando di partire per l’Australia ma la paura di non trovare lavoro vi blocca? o magari siete già sbarcati nella terra dei canguri e non sapete da che parte girarvi per trovare un impiego?
Ho pensato con questo post di darvi un paio di consigli sul da farsi in base alla mia esperienza diretta.
Appena messo piede in Australia, ero entusiasta dell’avventura che stavo per vivere ed ero estremamente positiva riguardo la questione lavorativa, e forse la presi un po’ troppo sotto gamba. Sono partita piena di aspettative, cercare lavoro in Australia era sicuramente una delle mie priorità, ma i motivi per cui sono andata erano ben più profondi di così. 

IL CURRICULUM VITAE

Per cercare lavoro in Australia, come in qualsiasi parte del mondo, è necessario avere con sé il proprio curriculum. Ecco alcuni suggerimenti riguardo il curriculum vitae, che ovviamente dovrà essere scritto in inglese:

  • Gli australiani lo chiamo “resume” (con l’accento alla francese sull’ultima sillaba) e non CV
  • Non seguite lo stampo europeo, cercate invece di ricalcare più che potete il modello australiano (esistono molti esempi online da cui prendere spunto)
  • La foto non è richiesta: la scelta si basa solo ed esclusivamente sulle vostre attività lavorative passate
  • Livello d’inglese reale: non mentite riguardo la vostra conoscenza linguistica potrebbe solo penalizzarvi una volta che dovrete affrontare il colloquio
  • Lettera di presentazione: per alcuni posti di lavoro è essenziale, per altri no ma è comunque molto apprezzata. Trovate dei modelli da cui trarre spunto online, ma ricordatevi di essere originali e di presentarvi come il miglior elemento sul mercato

COSA FARE IN PRATICA:

  • Camminare: preparatevi a camminare tanto e per giorni muniti di tanta pazienza e un plico di curriculum
  • Spedire via web: è la via più comune e più utilizzata per farsi conoscere. Il sito più utilizzato è Gumtree (e credetemi si trova di tutto!)
  • Corsi: esistono diversi corsi di formazione di un solo giorno che sono essenziali per la vostra assunzione (se lavorerete nella ristorazione è necessario la certificazione RSA per poter servire alcolici; i corsi sono prenotabili online in diversi siti internet)
  • Insistere: se volete un lavoro insistete per averlo, non aspettate di essere richiamati ma dimostratevi interessati e cercate di ottenere ciò che viene chiamato un TRIAL

COS’É UN TRIAL?

Il Trial è una “prova”, dura dalle 2 alle 3 ore in media e serve al datore di lavoro per testare le vostre capacità. Solitamente non prevede compenso, ma, se il vostro “Trial” dura più del tempo previsto, è molto probabile che veniate pagati, anche se, alla fine, decideranno di non assumervi.

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.