viaggiare-in-coppia-cosa-non-fare
Consigli di viaggio,  Viaggiare in coppia

7 cose da NON fare quando si viaggia in coppia

Viaggiare in coppia non è sicuramente un’impresa facile, l’idea elettrizza, sicuramente, soprattutto se è il primo viaggio che affrontate insieme, ma in viaggio vengono messi a nudo diversi lati di noi stessi, dopotutto si sta insieme 24 ore su 24 e gli screzi possono capitare.

Ho già parlato, in un precedente post, di come organizzare un viaggio di coppia senza cadere in inutili litigi, ma una volta partiti bisogna affrontare le situazioni che si presenteranno in viaggio e non sto parlando solamente dei momenti piacevoli, di quando vi ritroverete alla sera seduti ad un tavolo, illuminato dalla sola luce di una candela, ma di tutte quelle cose da non fare quando si viaggia in coppia.

Se ce ne sono? Ebbene io qui ve ne elenco ben 7!

viaggiare-in-coppia-cosa-non-fare

1. LASCIARE CHE LA GELOSIA PRENDA IL SOPRAVVENTO

La gelosia è un sentimento inutile, se eccessivo, in viaggio in maniera particolare. Alla base di un rapporto deve esserci la fiducia, che in viaggio non deve mancare, non si può aver paura, persino, del vicino di sedile in aereo o della receptionist dell’ostello, bisogna pensare, innanzitutto, che quella persona è lì con noi perchè vuole starci e se non è così, mi dispiace per voi, ma credo ci sia qualcosa da rivedere.

2. LITIGARE PER I SOLDI

A me è successo. Io sono la tirchia della coppia, che volete farci, lui ha le mani bucate, è necessario un compromesso. Tra le app che utilizzo in viaggio, infatti, ve ne ho citata una che tiene traccia delle vostre spese, scalandole da un budget iniziale che dovreste aver fissato in precedenza.

viaggiare-in-coppia-soldi

Stabilire un budget non è qualcosa da sottovalutare, io mi sono trovata bene pensandolo a livello giornaliero. Il budget varia, ovviamente, da paese a paese, in Spagna ci eravamo dati un tetto di 100 euro a coppia (stando larghi e considerando cibo, attrazioni non pagate in precedenza, trasporti e imprevisti), ma in una città come Londra, ad esempio, bisognerà tenersi un po’ più abbondanti.

Ma la cosa più importante in assoluto è non cadere in discussioni che riguardano l’aspetto monetario del viaggio, certo, se ne può parlare, bisogna anche cercare di andare incontro l’uno all’altro, chi è tirchio deve aprire un po’ di più il portafoglio e chi, invece, è più spendaccione deve imparare a trattenersi.

3. CADERE IN DISCUSSIONI INUTILI

Facendo un on the road, ad esempio, o comunque un viaggio che non sia esattamente all’insegna del relax, si può arrivare a veri e propri momenti dove le crisi di nervi sono all’ordine del giorno. Magari la tabella di marcia era troppo stringata, magari lei è venuta in ferie con il ciclo (oh, può succedere), magari uno dei due regge meno certe situazioni oppure, semplicemente, siete stanchi tutti e due e non ci si capisce più.

Le discussioni inutili sono dietro l’angolo e possono affrontare gli argomenti più svariati, dal cibo, al mezzo di trasporto da preferire, dai cambi di programma inaspettati, alla strada da prendere.

Fatevi una domanda: dove portano queste discussioni?

4. DIMENTICARSI DI SE STESSI

Viaggiare in coppia non significa dimenticarsi che, prima di tutto, siamo degli individui, ognuno con le proprie necessità e le proprie passioni, la cosa più sbagliata sarebbe annientare noi stessi a favore dell’altro, lo possiamo fare una volta, due se ci fa piacere, ma non deve diventare un’abitudine.

dimenticarsi-di-se

Anche durante un viaggio di coppia si può aver voglia di un momento per sè stessi, che sia sotto la doccia dopo un lungo itinerario a piedi per la città o un’oretta in quel negozio di dischi in vinile, che all’altro non interessa, ma che a noi interessava tanto vedere.

Le esigenze possono essere diverse, ma, se emergono, non ignoratele.

5. ISOLARSI

Isolarsi non è una scelta saggia, il fatto che stiate viaggiando insieme, non significa dover erigere un muro tra voi e il mondo esterno. Va benissimo ritagliarsi del tempo per la coppia, sarebbe sbagliato non ci fosse, ma una cosa non esclude l’altra, quindi cercate di uscire, di interagire con le altre persone, se alloggiate in ostello le occasioni per scambiare due chiacchiere con gli altri viaggiatori, sicuramente non mancano, sia a colazione, sia la sera prima di dormire.

6. DIRE “TE L’AVEVO DETTO”

Non fa mai piacere sentirsi rinfacciare le cose, soprattutto quando le circostanze indicano che avete torto. Quando vi capiterà di aver ragione, cercate di non cadere nel fastidiosissimo “Te l’avevo detto” che, automaticamente, pone una sorta di muro, di distacco tra voi e l’altro, mettendovi in una posizione di superiorità che non dovreste occupare.
Avete già ragione, che bisogno c’è di infierire?

7. FRENARE L’ALTRO

Anche in viaggio si possono avere abitudini, passioni e interessi diversi, essere una coppia non significa essere in simbiosi, va bene “sentirsi una cosa sola”, ma fino ad un certo punto. Ognuno dei due deve sentirsi libero, in tutti i sensi, anche libero di lanciarsi con il paracadute mentre voi state a guardare. Non dovete per forza condividere, ma non mettete dei paletti dove non servono.
Il compromesso, poi, è parte fondamentale di un rapporto di coppia, un po’ io, un po’ tu, della serie, un po’ lui vi porta a a vedere Londra dall’alto dello Sky Garden, un po’ lei vi porta a vedere il bunker di Gesundbrunnen a Berlino.

 

E le vostre difficoltà in viaggio come coppia? Raccontatemele!

Ciao, io sono Elisa Pasqualetto, ma tutti ormai mi chiamano Liz. Sono nata a Venezia, anche se le voci dicono che non ci viva più nessuno. Nella vita lavoro freelance come Social Media Manager e Copywriter, mentre questo blog è solo una finestra sulla mia più grande passione: il viaggio.

2 commenti

  • DUKE RICK LAWLESS

    Io dico sempre “TE L’AVEVO DETTO…” o peggio “SI CERTO MA TU NON ASCOLTARMI MAI QUANDO DICO LE COSE” e forse la mia preferita tra tutte: “RISPETTO LA TUA DECISIONE MA HO IL DIRITTO DI DIRTI CHE E’ SBAGLIATA”

    Per quello sono single Lizzy

    • Liz

      Mmm purtroppo cado costantemente negli stessi errori anche io, bisogna smussarSI gli angoli, ripetutamente… ma se abbiamo ragione, abbiamo ragione però! 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.